top
logo


Riportiamo le prime pagine della pubblicazione annuale che la Fondazione distribuisce gratuitamente ad ospiti e famigliari

 

La Voce dei ricordi

Notiziario della

Fondazione Casa di Riposo di Asola o.n.l.u.s.

NUMERO UNICO:

dicembre 2011


Cari Ospiti e cari Famigliari,

eccoci di nuovo qui, insieme al Consiglio di Amministrazione, con il nostro bollettino annuale, a ripercorre un anno di vita gestionale della Fondazione. Quest’anno, in modo scherzoso, si può dire che la struttura si è rifatta il trucco, infatti si sono approntati vari interventi sull’edificio che ospita la Casa di Riposo, in particolare all’esterno:

§   sono stati ripresi gli intonaci scrostati sulle varie facciate dell’edificio;

§   è stato rinnovato l’ingresso, ristrutturando lo scivolo d’entrata e ponendo la bussola all’interno con due nuove porte che si aprono in automatico. In altri termini, oltre aver sostituito la pavimentazione dello scivolo con una pietra antisdrucciolo, si è voluto abbellire la facciata, dandole una maggiore luminosità, facilitando l’ingresso dei visitatori con le porte automatiche e garantendo una maggiore sicurezza agli ospiti, con la previsione che il cancellino pedonale sia ora normalmente chiuso e anch’esso automatizzato, aprendosi digitando ogni volta il numero indicato sul muretto. Questo ultimo intervento, come è comprensibile è stato posto in essere per una maggiore sicurezza degli Ospiti, in particolare quelli che potrebbero incorrere in momenti di disorientamento, e quindi uscire inconsapevolmente dall’edificio e porsi in potenziale pericolo;

§   si è intervenuti per riparare alcuni punti del tetto della struttura, da cui si verificavano infiltrazioni d’acqua molto dannose e fastidiose in alcune stanze e nei corridoi del reparto C. Oltre agli interventi conservativi, per meglio raggiungere lo scopo, dato che i tanti piccioni che stazionano sul tetto contribuiscono ad intasare i canali e a causare le infiltrazioni, si sono protette tutte le converse del tetto con una rette d’acciaio antipiccioni;

§   si è creato un piccolo parcheggio interno per le vetture del personale dipendente, così da liberare un poco i piazzali interni dalle tante auto che vi sostano.

Si sono poi decisi degli acquisti per migliorare i servizi interni:

§   sarà consegnato ai primi del prossimo gennaio un nuovo pulmino attrezzato per il trasporto disabili, da affiancare a quello già esistente utilizzato in prevalenza per il trasporto degli ospiti del Centro Diurno Integrato, che ormai è davvero carico di chilometri, per cui non può sostenere da solo l’impegno del servizio giornaliero. Con due pulmini adibiti al trasporto delle carrozzine sarà possibile anche organizzare in primavera e estate qualche uscita nelle vicinanze con gli ospiti della Casa di Riposo e del Centro Diurno Integrato.

§   sono state installate nelle stanze di soggiorno delle tende divisorie fra i letti per garantire la riservatezza dell’ospite durante le manovre assistenziali più impegnative;

§   si sta potenziando la centrale termica al primo piano, installando una seconda caldaia, per non rischiare di andare in difficoltà in caso di guasti improvvisi;

§   si è rafforzato l’impianto di ricambio aria, così da migliorare il microclima esistente all’interno dei reparti;

§   è stata sostituita una delle lavatrici in lavanderia.

A fianco di queste opere strutturali e acquisizioni straordinarie, non meno importante, è stata la gestione ordinaria dei servizi assistenziali, e a questo proposito è stato approntato un fondamentale documento richiesto dalla legge e dall’Azienda Sanitaria Locale, che è il Codice Etico Comportamentale – Modello Organizzativo, che come si intuisce dal nome, sancisce i principi generali che sovrintendono alle funzioni dell’ente e fornisce uno schema generale di come sono organizzate le principali attività in cui si dispiega la vita interna. Il documento è scaricabile dal sito internet della Fondazione, che ha il seguente indirizzo: www.asola.org. Chi ne vuole una copia cartacea può richiederla agli uffici amministrativi.

Per quanto riguarda gli ospiti del Centro Diurno Integrato, si coglie l’occasione per sottolineare la novità decisa quest’anno e che entrerà in vigore dal 2012. Nelle settimane in cui è presente una festività che cade nei giorni dal lunedì al venerdì, il Centro Diurno sarà chiuso nel giorno della festività e aprirà il sabato di quella settimana, a meno che, naturalmente, non sia a sua volta giorno festivo. Si dà in questo modo possibilità agli ospiti di usufruire del servizio per cinque giorni la settimana anche nel caso di una festività infrasettimanale.

Come sempre, in conclusione, un pensiero e un ricordo sentito va a tutti gli ospiti di questa Casa, che nel corso dell’anno ci hanno lasciato. Un saluto, poi, particolarmente affettuoso va anche a chi, del personale dipendente, ha raggiunto il meritato traguardo della pensione e un grazie caloroso a tutti i volontari che con passione danno il loro contributo di tempo libero per aiutare gli anziani.

A tutti i lettori, agli ospiti, ai famigliari, ai dipendenti e collaboratori, ai volontari, a coloro che vogliono bene al nostro istituto

AUGURI SINCERI DI BUONE FESTE E FELICE ANNO NUOVO.

Il Consiglio di Amministrazione

Marco Molinari - Segretario Direttore

 

bottom

Powered by GruppoITC   Validated whit XHTML